THE IMPOSSIBLE PROJECT – Salviamo le Polaroid

THE IMPOSSIBLE PROJECT – Salviamo le Polaroid

Da bambina ho sempre sognato di possedere una Polaroid. Quella strana macchina che premendo un pulsante ti permetteva di avere immediatamente tra le mani una fotografia. Una magia!

Purtroppo nel corso degli anni le storiche Polaroid sono andate scomparendo dai mercati, fino a divenire oggetti di antiquariato quasi. Difficile trovarne usate, ancora più difficile, se non impossibile, recuperare carta film per utilizzarle.

Poi, qualche tempo fa, curiosando in un mercatino dell’usato a Palermo me ne ritrovo una sotto il naso: Polaroid 636 close up! Prezzo 12 euro. Penso:se anche non dovessi riuscire a trovare film per utilizzarla, per questo prezzo vale la pena comprarla anche solo per aggiungerla alla mia collezione! La prendo:è mia!

Ma la voglia di provarla è tanta e così comincio la mia ricerca su internt e dopo poco mi imbatto in questo sito:”The Impossible Project”. Ma di cosa si tratta?

©The Impossible Project

The Impossible project ha iniziato con un piccolo team di 10 ex dipendenti  della Polaroid che hanno deciso insieme di voler realizzare il loro sogno impossibile: evitare di far estinguere le vecchie Polaroid attraverso il rilancio di varie marche di nuovi film istantanei. Attualmente impiega 25 persone nello stabilimento di Enschede.

Attraverso l’impiego di grandi sforzi e soprattutto con l’ausilio di una pluriennale esperienza nel settore, The Impossible Project impedisce oggi a più di 300.000.000 Polaroid perfettamente funzionanti di diventare obsolete.
Certo i costi non sono proprio ridotti, ma l’esperienza Polaroid è un qualcosa di unico che vale la pena di essere preservato proprio per la sua unicità.

©The Impossible Project

Vi consiglio di visitare il sito dove oltre ai film potrete ammirare le istantanee di diversi fotografi e magari, presi dall’entusiasmo, potreste anche decidere di entrare nel mondo Polaroid!

 

THE IMPOSSIBLE PROJECT – Salviamo le Polaroid ultima modifica: 2012-02-28T11:51:28+00:00 da Gianna
Tags:
7 Comments
  • Gabriele

    2 marzo 2012 at 0:11

    proprio oggi ho acquistato il mio primo pacco di pellicole Impossible a colori.
    Toni stupendi!

  • Gianna

    2 marzo 2012 at 10:06

    Anche io nei prossimi giorni penso di fare un acquisto sul sito, sperando che la mia 636 close up funzioni! Tu che macchina hai? e che carta hai usato?

  • David Tinius Rossi

    3 marzo 2012 at 22:35

    Sono un profondo estimatore della fotografia a sviluppo istantaneo.

    Ho seguito con attenzione il progetto e l’impresa dell’Impossible Project sin dal suo esordio. I loro prodotti sono ancora lontani dalla qualità e stabilità delle pellicole Polaroid originali, tuttavia i progressi sono significativi.

    Le possibilità creative delle pellicole Impossible sono enormi, ma per sfruttarle appieno sono necessarie molta pazienza ed evolute capacità manuali.

    Il prezzo elevato non giustifica finora il loro acquisto, se non dopo aver “ammaestrato” l’imprevedibilità dei risultati offerti da tali supporti.

    D.

  • Gabriele

    10 marzo 2012 at 1:58

    Io ho proprio una 636 close up! poi una SX-70, una 103 di quelle a soffietto (roba del ’65) ed un’altra non tanto funzionante.
    Finora ho comprato solo due pacchi della Impossible, un PX600 (bianco e nero) ed un PX680 (colori). Sono pellicole progettate per essere usate su macchine polaroid di tipo 600 (come la tua), ma si possono usare anche nelle SX-70 (come ho fatto io), applicando un filtro ND4 per compensare la differenza di sensibilità della pellicola.
    Io ti consiglio vivamente di iniziare a scattare!! Son davvero soddisfazioni!!
    Poi posta i risultati!

  • Gianna

    10 marzo 2012 at 18:15

    Bellissima la SX-70!
    Hai ragione, devo procurarmi al più presto le pellicole perchè muoio dalla voglia di provare la mia…poi chiaramente vedremo che ne uscirà fuori!

  • carmen

    26 marzo 2012 at 11:25

    io a questo punto vi segnalo http://www.polaroiders.it un network dedicato agli appassionati di polaroid e fotografia a sviluppo istantaneo tutto italiano. Ad oggi siamo più di 1.200 con più di 15.000 foto caricate (solo a sviluppo immediato ovviamente). trovate una sezione di tutorial, forum, chat per chiedere consiglio ai più esperti, concorsi, iniziative (tr acui il primo festival in Italia dedicato a questo tipo di fotografia http://www.iso600.org) e ovviamente condividere le vostre foto istantanee.

  • Emiliano

    22 maggio 2012 at 13:41

    Buon giorno a tutti… 😀
    Anche io sono un appassionato di fotografia analogica. Scatto con tutti i tipi di formati e sono innamorato delle polaroid ma………………..mi sembra assurdo far pagare 8 scatti a circa 20 euro.
    Questa è una mossa di marketing moooolto azzardata e se già prima la polaroid era di nicchia, ora è soltanto per chi ha veramente i soldi in tasca.
    Impossible……si…..è veramente impossibile accedere a queste pellicole! 😀

Post a Comment